MEDICINA ESTETICA
 tutte le nostre soluzioni medico chirurgiche per la tua bellezza, una risposta concreta per ogni tua esigenza estetica
 
 
Medicina Estetica Migliorini
Lo scopo principale della medicina estetica consiste nella attenuazione e/o eliminazione delle rughe cutanee e nel ringiovanimento della pelle del viso e del corpo attraverso la somministrazione di sostanze iniettabili ad effetto transitorio completamente biocompatibili, o attraverso specifici trattamenti da effettuare con tecnologie pensate e realizzate per questo unico scopo.   Medicina Estetica Migliorini
 
 
 filler
 
Rallentare i segni del tempo attraverso l’eliminazione o l’attenuazione di rughe, pieghe e depressioni del viso oppure aumentando il volume delle labbra, del mento e degli zigomi è l’obiettivo del filler!

Oggi si utilizza soprattutto l'acido ialuronico di origine non animale, la cui struttura chimica è identica a quella umana. L’assenza di antigenicità ed immunogenicità lo rendono uno dei prodotti più sicuri ed utilizzati in diversi settori delle medicina come confermato da numerosissimi studi della letteratura scientifica Internazionale.
L'acido ialuronico è un glicosaminoglicano presente in tutti i tessuti umani dal periodo fetale e tende a ridursi nell’adulto.
La peculiarità di questo prodotto che nel derma svolge “funzioni di impalcatura di sostegno” risiede nella sua capacità di legare un numero notevole di molecole d’acqua, formando complessi macromolecolari che conferiscono compattezza, idratazione, turgore e sostegno alla cute.
 
Il meccanismo d’azione consiste in un riempimento volumetrico dovuto alle proprietà viscoelastiche del prodotto. Il risultato è immediato!
L’acido ialuronico è contenuto in siringhe preconfezionate già pronte all’uso. Le iniezioni di acido ialuronico avvengono in regime ambulatoriale e raramente necessitano di anestesia. Il traumatismo di un filler è minimo e si limita ad un leggero rossore. Eccezionalmente possono comparire piccolissimi ematomi riassorbibili in 2-3 giorni.
I risultati e la ripresa di tutte le normali attività sono immediati.
L’acido ialuronico è' un prodotto riassorbibile per cui il suo effetto è temporaneo. Per avere risultati costanti, il trattamento deve essere ripetuto soggettivamente ogni 6/12 mesi.

  

 tossina botulinica
 

La tossina botulinica di tipo A purificata è utilizzata con grande successo  per eliminare o attenuare le rughe di espressione prodotte dalla contrazione dei muscoli mimici e per eliminare o ridurre la sudorazione eccessiva (iperidrosi) di mani, piedi, ascelle.
Il meccanismo d’azione è basato sulla sua capacità di bloccare la contrazione di un muscolo in quanto impedisce il rilascio del neurotrasmettitore acetilcolina.
La tossina botulinica può essere utilizzata con massima efficacia per trattare le seguenti aree:

 

             1.     rughe frontali (rughe orizzontali della fronte)
             2.     rughe interciliari  (tra le ciglia)
             3.     rughe perilabiali (intorno alla bocca)
             4.     rughe e solchi glabellari (tra le sopracciglia)
             5.     lifting del sopracciglio non chirurgico
             6.     zampe di gallina (rughe perioculari)
             7.     iperidrosi (eccessiva sudorazione mani ascelle)

 

Il trattamento avviene ambulatorialmente,  senza anestesia, è indolore e dura 10/15 minuti. Il farmaco viene somministrato con una piccola siringa in  quantità moderata  in corrispondenza dei muscoli mimici che danno origine alle rughe da trattare. La ripresa di tutte le normali attività è immediata.
I risultati sono visibili  48/72 ore dopo il trattamento e raggiungono la massima evidenza dopo un mese c.a.
L’effetto è temporaneo e tende scomparire gradualmente dopo 4/6 mesi.

Iperidrosi:
L’eccessiva sudorazione di mani, piedi e ascelle può essere bloccata completamente attraverso l’utilizzo della tossina botulinica.
L’effetto del  trattamento è temporaneo e deve essere ripetuto ogni 6 mesi c.a per mantenere risultati stabili.

  

  fotoepilazione medica permanente
 
Cos’è:
Per foto epilazione permanente intendiamo l’eliminazione completa o parziale ( in ragione del 70/80 % del totale ) dei fusti piliferi e corrispondenti strutture funzionali follicolari mediante l’utilizzo di apparecchiature a luce pulsata intensa che emettono specifiche lunghezze d’onda.

Punti forti della foto epilazione medica permanente con IPL-SHR:
  • Assenza completa di dolore
  • Metodica sicura e veloce: tempi inferiori ad un’ora anche in aree molto estese quali schiena e gambe, mentre per i piccoli distretti 15 minuti sono bastanti.
  • Si puo’ effettuare il trattamento anche durante il periodo estivo
  • Adatta a tutti i tipi di pelle, anche quella gia’ abbronzata
 
  • Elimina sia il pelo scuro che chiaro ( non adatta al pelo bianco )
  • Non determina formazione di “crosticine” post trattamento
  • Si puo’ eseguire anche il presenza di capillari
  • Riduzione almeno del 70-80 % sul totale dei peli ( ricordate che i peli visibili in superficie sono solo una piccola percentuale rispetto a tutti i bulbi piliferi esistenti)
 

 

Meccanismo d’azione:
La tecnologia IPL-SHR è massimamente efficace nei confronti dei follicoli ricchi di eumelanine e dei follicoli in fase anagen (fase di intensa crescita) normalmente presenti nella misura dell’ 80/85%; è comunque necessario distruggere sia il bulbo,sia i cheratinociti, sia i melanociti matriciali bulbari situati fino a 6-7 mm di profondita’ dal piano cutaneo.
Di qui la necessita’ di utilizzare un filtro ed una banda IPL in grado di raggiungere queste profondità
  risparmiando le superfici. Una finestra ottica pertanto compresa tra 700 e 950 nm si presta all’indicazione e consente di scaldare, danneggiare, raffreddare, scaldare nuovamente e ridanneggiare   selettivamente in maniera adeguata tutte le piu’ intime strutture pilifere secondo il principio del ‘’tempo di danneggiamento termico ‘’
Naturalmente il danneggiamento termico non deve essere inteso come qualcosa di fastidioso o addirittura pericoloso;
  alla fine della seduta la pelle registra una temperatura simile alla fase di pretrattamento, e anche l’arrossamento è minimo e inferiore rispetto al post di laser e luce pulsata, anche in virtù di un sistema criogenico inserito nel cristallo del manipolo che ruotando sull’area anatomica per l’interposizione di un gel, consente di mantenere la temperatura su valori assolutamente accettabili (il paziente avverte soltanto una lieve sensazione di calore).
 

Distanza tra sedute:
Le prime tre sedute possono essere ravvicinate ( circa 15 giorni una dall’altra ) mentre le successive possono essere fissate a circa 30 giorni.

All’inizio è necessario intervallare soltanto 15 giorni tra una seduta e l’altra poichè la fase anagen del pelo (fase di intensa crescita) riguarda solo l’80/85% dei bulbi piliferi quindi le 2 sedute successive devono essere ripetute in un arco di tempo più breve allo scopo di “toccare” anche il restante 15/20%.

 

Cose utili da ricordare:
Le pazienti che effettuano sedute di epilazione permanente, nei giorni precedenti al trattamento non devono sottoporsi a depilazione con ceretta o altro.

  • Le signore che effettuano il trattamento in una zona diversa dal viso, sono pregate d’indossare” un abito adatto” il giorno della seduta, per evitare fastidi con l’applicazione della pellicola post trattamento
  • Iniziato un protocollo di sedute di epilazione su una zona specifica, non è possibile cambiare le zone destinate al trattamento a meno di non iniziare un altro protocollo dedicato ad un’altra sede, salvo diverso parere del medico.

L’efficacia del trattamento non dipende dalla componente tempo, ma dipende dalla quantità di energia somministrata e dalla profondità di penetrazione e azione dei manipoli.

 scleroterapia
Per la cura delle varici oggi esistono fondamentalmente 2 tipi di terapie: la scleroterapia che mira a chiudere le vene malate, e l’intervento chirurgico che mira ad eliminarle. La scleroterapia è un trattamento abbastanza sicuro, efficace, e relativamente indolore.

  

La tecnica consiste nell'iniettare, all'interno dei piccoli vasi sanguigni, una sostanza farmacologia ad azione sclerotizzante che provoca il collasso della parete capillare, la sua chiusura e successivamente la disgregazione e la scomparsa del capillare.
Ad ogni trattamento i capillari diventano sempre più chiari, ma possono essere necessarie più sedute.
E’ bene ricordare che con questa procedura vengono trattati solo i capillari e le venule visibili, senza alterare il sistema circolatorio degli arti inferiori ma non si può prevenire la comparsa di altre teleangiectasie in futuro.
Possono sottoporsi al trattamento tutte le donne e gli uomini, di qualunque età in buone condizioni di salute e senza patologie importanti del sistema circolatorio degli arti inferiori.
  Non ci si deve sottoporre a questa terapia nel periodo della gravidanza e dell'allattamento. E’ abbastanza frequente la comparsa di teleangectasie  durante la gravidanza, tuttavia tendono a scomparire in misura del tutto spontanea dopo due o tre mesi dal parto.
Per l’esecuzione del trattamento è molto importante affidarsi ad un medico dotato di esperienza e manualità,(i vasi seppur dilatati sono sempre piccoli) che sappia scegliere la sostanza sclerosante adeguata al caso specifico.
In questo modo si riducono molto le possibilità di andare incontro alle possibili complicanze che, seppur rare, sono rappresentate dalla formazione di un coagulo intravasale, reazioni allergiche al farmaco sclerosante, reazioni infiammatorie o pigmentazioni cutanee (matting).
 
n.b. Prima del trattamento può essere conveniente effettuare
un doppler per scartare la possibilità di una patologia venosa.

I vantaggi della scleroterapia sono:

  • Semplicità
  • Rapidità della singola seduta
  • Ripetibilità,
  • Basso costo
  • Praticabile in ambulatorio
  • Nessuna anestesia
 radiofrequenza

La radiofrequenza è un trattamento medico non invasivo con un ampio campo di applicabilità:

•    viso
•    collo
•    decolletè
•    addome
•    glutei
•    interno cosce
•    braccia
•    mani

La radiofrequenza è particolarmente efficace per:

•    Trattamento delle rughe
•    Trattamento del rilassamento delle pelle del viso (ringiovanimento del viso):
•    Lassità cutanea del profilo mandibolare
•    Lassità cutanea sotto al mento
•    Lassità cutanea delle guance
•    Lassità cutanea delle sopracciglia
•    Trattamento dell'acne attiva.
•    Pelle a buccia di arancia

La radiofrequenza agisce sul collagene, la sostanza fondamentale del tessuto connettivo, la cui usura fisiologica inizia già intorno ai 20 anni di età.

Il collagene è la più importante proteina strutturale e forma cavi molecolari che rinforzano i tendini e i fogli grandi ed elastici che sostengono la pelle e gli organi interni;  è presente nella misura del 25% circa in relazione a tutte le altre proteine, e dà una struttura al nostro corpo, proteggendo e sostenendo i tessuti più molli e li  connette con lo scheletro.
La perdita di collagene si manifesta con la comparsa delle prime rughe e successivamente con una progressiva perdita di tonicità cutanea.
La Radiofrequenza stimola la produzione di nuovo collagene restituendo compattezza turgore e un aspetto “sano e luminoso” alla pelle.

  

 

Come agisce
Il trattamento con radiofrequenza consiste nel somministrare calore con un innalzamento della temperatura nel distretto corporeo trattato.

Questa energia, (il calore) attraversa lo strato superficiale dell’ epidermide determina la denaturazione selettiva delle proteine del collagene e stimola la produzione di collagene nuovo.
Questa profonda ed uniforme azione di riscaldamento provoca un immediato accorciamento delle fibre collagene (circa 1/3 della loro lunghezza), producendo un effetto lifting di stiramento e ringiovanimento della pelle stimolando nello stesso tempo i fibroblasti a sintetizzare nuovo collagene “giovane” nei  6-7 mesi successivi al trattamento.
Per poter ottenere la denaturazione delle fibre collagene e quindi la loro contrazione, è necessario erogare calore sino a 59/63°, perchè al di sotto di questa temperatura, la denaturazione non avviene. Per questo motivo il dispositivo tecnologico protegge contemporaneamente la cute mediante il raffreddamento continuo dell’area trattata.

Il trattamento con radiofrequenza consente risultati apprezzabili visivamente fin dalla prima applicazione. Poche sedute sono bastanti per offrire un risultato stabile e duraturo per circa 2 o 3 anni.

 

Effetti collaterali
Sostanzialmente nulli: può permanere un lieve rossore sull’area trattata e talvolta edema, che quando si verifica, non supera mai le 5- 6 ore.

Descrizione del trattamento
Il trattamento con radiofrequenza dura circa 45 – 60 minuti per seduta;  all’occorrenza e in misura preventiva può venire applicata preventivamente una pomata anestetica in modo da ridurre al minimo i piccoli disagi per il paziente.
La ripresa delle normali attività è immediata  anche se può residuare per le prime ore un leggero arrossamento della cute.

Effetti della radiofrequenza
Gli effetti della radiofrequenza sono progressivi e si evidenziano con il passare dei giorni e delle settimane, arrivando a raggiungere il massimo effetto anche dopo 4 mesi dal trattamento.

 la mesoterapia
La mesoterapia è una pratica medica che dà il meglio di se nella cura della cellulite e della ritenzione dei liquidi. Consiste nella somministrazione di farmaci attraverso aghi molto sottili lunghi 4 mm c.a. applicati a multi iniettori che possono avere fino a 18 aghi posizionati in maniera lineare o circolare.

  

Spetta al medico stabilire quali usare allo scopo di evitare la formazioni di piccoli ematomi specialmente quando la superficie da trattare non è piana.
Altrettanto importante è la scelta dei farmaci: vengono utilizzati antinfiammatori, antiedemigeni, capillaro-protettivi, revitallizzanti cutanei e anche prodotti omeopatici a seconda del tipo di patologia; quindi per ottenere risultati è indispensabile affidarsi ad una struttura medica seria che si, avvale di personale esperto in ambito di mesoterapia, capace di produrre una diagnosi molto precisa senza la quale si rischia di andare incontro a puntuali delusioni.
La seduta di trattamento dura pochi minuti e si può considerare relativamente indolore.
L'infiltrazione locale di microdosi di principi attivi che si

 

depositano superficialmente, vengono rilasciati progressivamente nel giro di pochi giorni.
Il meccanismo d’azione si basa sulla capacità del cocktail di farmaci somministrato, di produrre una modificazione del tessuto alterato fino a riportarlo alla normalità fisiologica.
Le iniezioni sono eseguite esclusivamente a livello dell'ipoderma ( strato della pelle dove è presente l'alterazione cellulitica), contrariamente a quelle intramuscolari che penetrano profondamente nei tessuti. i composti farmacologici raggiungono rapidamente e ad elevata concentrazione, i distretti cutanei dove la patologia è presente e si diffondono facilmente grazie ad una espansione significativa del microcircolo riducendo così disturbi di natura soggettiva come crampi e senso di peso e freddo alle estremità.

 cavitazione
Cos’è:
La cavitazione è un intervento estetico non chirurgico, che mira ad eliminare il grasso superfluo, attraverso l'ausilio di un macchinario che emette ultrasuoni a bassa frequenza. È un trattamento indolore, non è invasivo e non necessita di anestesia.

A cosa serve:
Oltre alla riduzione della massa grassa la cavitazione ad ultrasuoni permette:
•    un miglioramento dell’aspetto della cute attraverso una attenuazione dell’effetto a buccia d’arancia
•    una migliore tonicità dei tessuti e una migliore ossigenazione attraverso la riattivazione del microcircolo periferico.
•    un miglior drenaggio dei liquidi
•    una silhouette più bella e definita
•    una riduzione della cellulite

 

Meccanismo d’azione:
Gli ultrasuoni irradiati all’interno della massa grassa inducono la formazione di una grandissima quantità di micro bolle di vuoto, le quali implodendo sotto il carico della pressione esterna producono una grande quantità di energia capace di “frantumare” meccanicamente gli adipociti; è l’organismo che si preoccupa di riassorbire il grasso sciolto attraverso il sistema linfatico. Successivamente e in maniera completamente naturale il grasso sarà metabolizzato ed eliminato per via urinaria.

Effetti collaterali:
Il trattamento di cavitazione non è invasivo quindi non presenta effetti collaterali veri e propri. Il/la paziente può riprendere immediatamente le normali attività giornaliere.
 

Può comunque residuare un lieve rossore cutaneo a fine della seduta che tende a sparire nel giro di una o due ore. La cavitazione è tuttavia sconsigliata alle donne in gravidanza, a coloro che soffrono di diabete o di colesterolo, alle persone affette da malattie del fegato e dei reni, e che hanno problemi di coagulazione del sangue, ai portatori di protesi e di pacemaker.

Aree di  trattamento
La cavitazione ultrasonica è indicata per la riduzione di adipe in qualsiasi parte del corpo quindi braccia, gambe, addome, cosce, collo, glutei, sia nelle donne che negli uomini.

Risultati:
La  cavitazione è un trattamento che consente fin dalla prima applicazione

 

una riduzione visibile del volume adiposo su cosce, glutei e addome, i tempi di applicazione sono ridotti  ed il risultato finale è sicuro stabile nel tempo (meglio se aiutato da esercizio fisico e sana alimentazione).
Generalmente, 6-10 sedute sono sufficienti per raggiungere un buon risultato.

n.b. Si deve ragionevolmente diffidare di chi ci propone cavitazioni esterne estetiche non certificate come medicali; il rischio è un risultato pressoché nullo!
Ci sembra corretto sottolineare che quando ci sottoponiamo ad un trattamento importante come la cavitazione, la sicurezza della nostra salute precede il risultato estetico, quindi la figura del medico diventa indispensabile.

 biorivitalizzazione
La biorivitalizzazione consente di ottenere una riduzione delle rughe e della lassità cutanea attraverso un aumento del turgore cutaneo prodotto da un miglioramento della texture, senza interventi di riempimento o atti chirurgici e senza farci perdere la naturalezza di espressione.

 

 

Si effettua sia a scopo preventivo quando la pelle è ancora giovane per mantenere sempre efficienti le reazioni biochimiche cellulari rallentando così il naturale processo di invecchiamento, sia a scopo curativo per riattivare il metabolismo cellulare ormai alterato dagli insulti del tempo.
Il trattamento di biorivitalizzazione riveste una importanza fondamentale poichè, migliorando le condizioni basali del derma è propedeutico a tutti gli altri trattamenti estetici e ne aumenta l’efficacia sia per qualità di risultato che per durata.
Gli ingredienti utilizzati nel trattamento di biorivitalizzazione non producono un effetto di riempimento della ruga ma apportano sostanze strutturali e nutritive che saranno utilizzate per ricostituire le componenti dermiche andate perdute favorendo una maggiore produzione di costituenti dermici attraverso la stimolazione delle cellule che
  costituiscono il tessuto dermico ovvero i fibroblasti. La biorivitalizzazione stimola anche l’idratazione del derma e dell’epidermide aumentando così il turgore cutaneo perso nel corso degli anni; migliora la funzionalità del microcircolo, e in particolare incrementa l’attività di protezione nei confronti dei radicali liberi. Le zone da trattare sono quelle più esposte: viso, collo, decolletè e mani.
Le sostanze rivitalizzanti perfettamente biocompatibili e totalmente riassorbibili vengono normalmente iniettate nel derma in corrispondenza delle aree di cute più danneggiate, nelle rughe e nelle zone di maggiore lassità. Per il mantenimento può essere sufficiente un richiamo ogni tre quattro mesi, indispensabile per garantire sempre un livello ottimale di idratazione, compattezza e bellezza cutanea.
Controindicazioni:
Le sostanze somministrate sono sicure e
  in genere non danno alcuna reazione di irritazione o allergia. Sono comunque ingredienti da evitare in gravidanza, in presenza di dermatiti acute, di herpes recidivante, di infezioni in atto, e in concomitanza di terapia con anticoagulanti.
Il trattamento si può definire indolore: l’ago utilizzato è corto e sottilissimo e non provoca traumi ai tessuti, la sensazione percepita è quella di una lieve puntura.
Dopo aver effettuato una biorivitalizzazione residua un minimo arrossamento e un leggero gonfiore, esiti che si concludono in una o due ore.
Talvolta, se la pelle è particolarmente fragile, nella zona di iniezione può residuare un piccolo ematoma puntiforme che si risolverà in qualche giorno senza lasciare esiti e potrà essere facilmente nascosto con un po’ di maquillage, quindi la ripresa della normali attività quotidiane è immediata.